Come sostituire i pneumatici?

I pneumatici non durano eternamente. Le due ragioni principali, in conseguenza dei quali, una persona acquista dei pneumatici, sono l’usura del battistrada ed i danneggiamenti dei pneumatici.

QUATTRO O DUE?

In base alla legislazione in vigore, e per motivazioni di ordine tecnico, è obbligatorio utilizzare pneumatici identici* sullo stesso asse. Tuttavia, per ottenere prestazioni ottimali, è raccomandato montare lo stesso tipo di pneumatico su ciascuna delle quattro ruote. Si consiglia anche di montare pneumatici con un grado di usura comparabile sullo stesso asse.

*marca, misura, scultura, Indice di Carico e Categoria di Velocità

ATTENZIONE ! Veicoli a 4 ruote motrici:

BFGoodrich raccomanda fortemente di montare pneumatici identici sui veicoli a 4 ruote motrici (stessa misura, stessa gamma, stessi indici di carico e velocità), con gli stessi livelli di usura, indipendentemente dal sistema delle 4 ruote motrici. Eccezione si ha quando il costruttore
del veicolo prevede in origine misure differenti per i pneumatici anteriori e posteriori. Tutte le raccomandazioni del costruttore del veicolo devono comunque essere rispettate.

Questo perché le differenze di circonferenza di rotolamento tra i pneumatici anteriori e posteriori possono causare seri danni ai componenti della trasmissione: per esempio, l’albero di trasmissione, in caso di veicolo 4x2 con possibilità di selezionare la trasmissione 4x4, o il differenziale centrale nel caso di veicolo con trasmissione 4x4 permanente o semi-permanente.

Altri punti da osservare quando si sostituiscono i pneumatici:

  • Controllare periodicamente e mantenere la pressione di gonfiaggio dei pneumatici ai valori raccomandati del costruttore del veicolo. Nei veicoli 4x4, le conseguenti anche lievi differenze nella circonferenza di rotolamento conseguenti ad una pressione non corretta, potrebbero causare un’usura prematura degli elementi della trasmissione;
  • Se i pneumatici sono della stessa misura all’anteriore ed al posteriore del veicolo, per rendere l’usura del battistrada omogenea tra di loro, si consiglia di scambiare periodicamente i pneumatici tra l’asse anteriore e quello posteriore seguendo le raccomandazioni del costruttore del veicolo.;
  • In fase di sostituzione di soli due pneumatici o in conseguenza di una non omogeneità d’usura, si raccomanda di montare quelli nuovi o i meno usurati sull’asse posteriore per un miglior controllo e sicurezza del veicolo. Questo vale sia per i veicoli a trazione anteriore, sia per quelli a trazione posteriore, sia per quelli a trazione integrale (4x4), equipaggiati con pneumatici della stessa misura all’anteriore e al posteriore, perché l’effetto di una eventuale perdita di aderenza è più difficilmente controllabile dall’automobilista al posteriore.

BFGoodrich raccomanda di montare esclusivamente pneumatici delle misure omologate dal costruttore del veicolo. Quando si considera di sostituire la misura dei pneumatici con un'altra, è obbligatorio equipaggiare il veicolo esclusivamente con le misure previste dal costruttore del veicolo e riportate sulla carta di circolazione, con Indici di Carico e Categoria di Velocità uguali o superiori.

In caso di trasformazione dell’equipaggiamento d’origine deve essere richiesto uno specifico nulla-osta al costruttore del veicolo e deve essere fatta aggiornare la relativa carta di circolazione.
Rivolgersi a uno specialista per un consiglio in merito.

USURA, FORATURA, RIPARAZIONE

Si raccomanda di controllare regolarmente lo stato dei pneumatici. Controllare e ripristinare la pressione di gonfiaggio almeno mensilmente e prima di ogni viaggio. Controllare la profondità della scultura residua. Verificare che non ci siano segni visibili di danneggiamenti sul battistrada, sui fianchi o nella zona d’agganciamento che devono essere oggetto di un esame approfondito (interno/esterno) da parte di uno specialista. Verificare che non ci sia un’usura irregolare.

Cinque motivi per sostituire i pneumatici

Cinque motivi richiedono la sostituzione di un pneumatico. Anche se il pneumatico è in alcuni casi riparabile, prima di qualsiasi operazione, esso deve essere sottoposto a un esame approfondito eseguito da uno specialista. Solo uno specialista può accertare che il pneumatico non abbia subito dei danneggiamenti interni. Lo smontaggio del pneumatico dal cerchio è quindi indispensabile per giudicare con precisione il suo stato. Per lo stesso motivo, è sconsigliabile la riparazione effettuata con le “stringhe” perché si esegue molto spesso dall’esterno, senza smontare il pneumatico dalla sua ruota e quindi senza eseguire l’indispensabile esame preliminare.

1 - Il pneumatico è forato

In caso di foratura, esistono dei limiti di riparabilità, perciò il pneumatico deve essere esaminato da uno specialista. Solo uno specialista può stabilire, previo smontaggio dalla ruota, che non vi siano danneggiamenti tali da rendere il pneumatico irreparabile e quindi da sostituire.

2 - Il limite di usura legale è stato raggiunto

Ecco cosa dice il Regolamento di Esecuzione del Codice della Strada:

Appendice VIII (1) - Art. 237 - (Efficienza dei veicoli a motore e loro rimorchi in circolazione)
Le prescrizioni tecniche di cui all’articolo 237 sono le seguenti:

a) Ruote, pneumatici e sistemi equivalenti.
Sia le ruote che i pneumatici, o sistemi equivalenti, montati sugli autoveicoli, motoveicoli,ciclomotori, rimorchi e filoveicoli devono essere in perfetta efficienza, privi di lesioni che possano compromettere la sicurezza. Il battistrada, ove previsto, dovrà avere il disegno a rilievo ben visibile su tutta la sua larghezza e su tutta la sua circonferenza; la profondità degli intagli principali del battistrada dovrà essere di almeno 1,60 mm per gli autoveicoli, i filoveicoli e rimorchi, di almeno 1,00 mm per i motoveicoli e di almeno 0,50 mm per i ciclomotori. Per intagli principali si intendono gli intagli larghi situati nella zona centrale del battistrada che copre all’incirca i tre quarti della superficie dello stesso.

3 - I pneumatici mostrano segni di invecchiamento

Non è possibile prevedere con esattezza la durata di un pneumatico. La data di produzione non riveste alcuna importanza. I pneumatici invecchiano anche se non vengono mai usati o se vengono utilizzati solo occasionalmente. Numerosi fattori influiscono sulla durata di un pneumatico, ad esempio la temperatura, lo stato di manutenzione, le condizioni di conservazione e utilizzo, il carico, la velocità, la pressione e lo stile di guida. Questi elementi esercitano una notevole influenza sulla durata di utilizzo che potete aspettarvi.

4 - Il pneumatico è danneggiato

Un marciapiede, una buca o un oggetto acuminato possono danneggiare gravemente il tuo pneumatico e compromettere la tua sicurezza. Ogni perforazione, lacerazione o deformazione visibile deve essere esaminata attentamente da uno specialista, che potrà stabilire se il pneumatico può essere riparato oppure se deve essere sostituito. In linea di massima, non dovete mai utilizzare un pneumatico danneggiato o che ha rotolato in assenza di pressione (a piatto) senza consultare prima uno specialista, perché solo un'ispezione dopo lo smontaggio dalla ruota può accertare che il pneumatico non abbia subito dei danni interni irreversibili. Lo smontaggio del pneumatico è assolutamente necessario poiché i danni interni non sono visibili quando esso è montato sulla ruota.

5 - Il pneumatico ha un'usura anomala

Se noti una usura irregolare o anomala - a chiazze, al centro, sulle spalle - contatta uno specialista. Questo può essere sintomo di un problema meccanico come un assetto geometrico non corretto, o anche il risultato di una pressione di gonfiaggio non corretta.