conseils 4x4 1

I nostri consigli 4x4

Superare gli ostacoli, attraversare ponti o guadi, regolare la pressione dei pneumatici secondo le caratteristiche del percorso... se vuoi imparare, impara dagli esperti: BFGoodrich ha più di 200 titoli al suo attivo nei rally e rally-raid tra cui i famosi Baja 1000, Dakar, Australasian Safari e Coppa del Mondo di Rally-Raid. Si può dire che BFGoodrich ha la passione e l'esperienza per l'Off Road...
...perché la guida fuori dai sentieri battuti non si improvvisa, scopri qui alcune tecniche di base.

Scegliere il pneumatico 4x4 adatto alle proprie esigenze

Per ogni tipo di guida 4x4, il pneumatico BFGoodrich adatto. 

Per ulteriori informazioni sul pneumatico adatto alle proprie esigenze, vedi la nostra gamma 4x4 oppure utilizza il nostro motore di ricerca di pneumatici.

BFGoodrich raccomanda fortemente di montare pneumatici identici sui veicoli a 4 ruote motrici (stesso marca, stessa misura, stessa gamma, stessi indici di carico e velocità) con gli stessi livelli di usura, indipendentemente dal sistema delle 4 ruote motrici. Eccezione si ha quando il costruttore del veicolo prevede in origine misure differenti per i pneumatici anteriori e posteriori. Tutte le raccomandazioni del costruttore del veicolo devono comunque essere rispettate.

Questo perché le differenze di circonferenza di rotolamento tra i pneumatici anteriori e posteriori possono causare seri danni ai componenti della trasmissione: per esempio, l’albero di trasmissione in caso di veicolo 4x2 con possibilità di selezionare la trasmissione 4x4, o il differenziale centrale nel caso di veicolo con trasmissione 4x4 permanente o semi-permanente.

È possibile identificare i pneumatici 4x4 a seconda del tipo di utilizzo e del tipo di terreno.

Pneumatico 4x4 stradale: per i veicoli stradali a trazione 4x4

  •     Reattivo e ultra preciso in curva e in rettilineo
  •     Destinato all’utilizzo in città ed in autostrada
     

Pneumatico per uso misto: Per i veicoli 4x4 tipo SUV

  •     Scultura molto intagliata e design aggressivo
  •     Struttura e fianchi rinforzati
  •     Polivalente: efficiente su strada ed in fuoristrada
     

Pneumatico fuoristrada “Off Road”: per un uso prevalente in fuoristrada

  •     Grandi tasselli di gomma
  •     Tasso di intaglio molto elevato (50%)
  •     Notevole profondità della scultura: da 13 a 17 mm
  •     Struttura e fianchi rinforzati
  •     Eccellenti prestazioni fuoristrada
     

Effettuare una trasformazione dimensionale

Che cosa si intende ?

Alcuni possessori di 4x4 potrebbero desiderare di equipaggiare il veicolo con pneumatici di tipologia e misure diverse, ad esempio per cambiare l'utilizzo del veicolo, per avere diverse prestazioni o semplicemente per cambiare l'aspetto generale del loro veicolo.

Le normative vigenti si applicano a tutti i veicoli compresi i 4x4 e perciò le trasformazioni dimensionali devono essere sempre attuate in adempimento a regole rigorose. Se l’equipaggiamento originale del veicolo viene modificato, è necessario accertarsi che la soluzione prospettata sia compatibile con i requisiti di legge in vigore, i limiti tecnici del veicolo, le condizioni d’uso e le raccomandazioni del costruttore. Consultare uno specialista per un consiglio.

Raccomandazioni in caso di trasformazioni d’equipaggiamento

BFGoodrich raccomanda fortemente di seguire queste importanti procedure prima di effettuare qualsiasi trasformazione delle misure dei pneumatici equipaggianti il veicolo:

  • Se si considera di sostituire una misura dei pneumatici con un’altra è obbligatorio equipaggiare il veicolo soltanto con le misure previste dal costruttore del veicolo e riportate sulla carta di circolazione, con gli indici di carico e la categoria di velocità uguali o superiori.
  • Qualora il veicolo debba essere equipaggiato con un tipo di pneumatico in alternativa non previsto in origine o in opzione dal costruttore, secondo le normative vigenti dovrà essere richiesto uno specifico nullosta alla Casa costruttrice del veicolo, da individuare con il numero di telaio o attraverso la sigla completa del tipo e deve essere fatta aggiornare la relativa carta di circolazione. Tale dichiarazione è finalizzata a conseguire la garanzia della compatibilità dei pneumatici con l'assetto statico e dinamico degli assi e delle sospensioni.
  • Verificare che i nuovi pneumatici non tocchino gli organi meccanici o parti della carrozzeria. I pneumatici non devono inoltre sporgere oltre la sagoma del veicolo.
  • Per i pneumatici invernali o comunque marcati («M+S»), i regolamenti europei e le circolari* del Ministero Trasporti sulle marcature equivalenti prevedono che, nella stagione invernale, la categoria di velocità possa essere inferiore a quella dei pneumatici d’origine, purché almeno pari alla categoria di velocità Q (160 km/h). Un’etichetta monitoria, indicante la velocità massima di utilizzo, nell’eventualità che sia più restrittiva, dovrà essere esposta all’interno del veicolo in posizione facilmente visibile dal conducente.
  • Si raccomanda fortemente di montare pneumatici identici sui veicoli a 4 ruote motrici (stessa misura, stessa gamma, stessa tipologia d’uso, stessi indici di carico e velocità), con gli stessi livelli di usura, indipendentemente dal sistema delle 4 ruote motrici. Eccezione si ha quando il costruttore del veicolo prevede in origine misure differenti per i pneumatici anteriori e posteriori. Questo per evitare qualsiasi problema meccanico o danneggiamenti della trasmissione ed avere prestazioni ottimali.

*Ministero dei Trasporti - Circolare n°104/1995 (Autovetture e relativi rimorchi - ECE/ONU n°30): In caso di impiego stagionale di pneumatici di tipo ”neve” (contraddistinti dalle marcature aggiuntive M+S, MS, M-S ovvero M&S) questi sono indicati con un simbolo della categoria di velocità non inferiore a “Q”…

Consigli per la guida in 4x4

Se vuoi imparare a guidare fuori dai sentieri battuti, impara dagli esperti. BFGoodrich ha vinto più di 200 titoli in rally e rally raid fra cui i celebri Baja 1000 e Dakar.
La guida off-road può essere divertente ma è soprattutto "un altro tipo di guida".
Prima di avventurarsi fuori dai sentieri battuti, si consiglia di imparare le tecniche di base per non rimanere bloccati in una situazione difficile.

Pantano

Prima di attraversare il pantano, fermarsi per:

  •     prendere il tempo per studiare il terreno al fine di determinare la traiettoria
  •     togliere eventuali pezzi di legno
  •     passare le cinghie per la parte anteriore e la parte posteriore
  •     abbassare la pressione dei pneumatici a 1,5 bar, se necessario
     

Si può quindi attraversare il pantano:

  •     inserire il bloccaggio del differenziale
  •     passare in 2a o 3a ridotta
  •     mantenere una accelerazione costante
  •     se il veicolo si impantana fino al ponte e non avanza più, fare retromarcia per ritrovare l'aderenza
     

Una volta fuori del pantano:

  •     pulire i pneumatici e le ruote
  •     rigonfiare i pneumatici alla pressione normale
     

Guado

Prima di attraversare il guado, fermarsi per:

  •     sondare e rilevare buche, pietre, tronchi, ecc.
  •     stabilire una traiettoria e un punto di uscita
  •     verificare l’impermeabilità del veicolo
  •     sgonfiare i pneumatici a 1,5 bar
     

Si può quindi attraversare il guado:

  • entrare adagio nell'acqua a velocità costante
  • non riavviare il motore qualora esso si arresti in mezzo del guado. Vi è un rischio di entrata di acqua attraverso il tubo di scarico o dei condotti d’aspirazione dell’aria anche in caso di riavviamento del motore. È necessario farsi trainare a motore spento.
     

Una volta superato il guado

  •     gonfiare i pneumatici alla pressione normale
  •     guardare sotto il veicolo per rimuovere l'erba e i rami
     

Attraversamento di un ponte

Innanzitutto, fermarsi per:

  • studiare il terreno
  • bloccare i differenziali
     

Si può in seguito avanzare:

  • su terreno piatto o in salita, passare in seconda ridotta
  • in discesa, passare in prima ridotta e frenare leggermente senza bloccare le ruote
  • in caso di interruzione della progressione, inserire la retromarcia e retrocedere, poi fare un altro tentativo cambiando la traiettoria
     

Guida su un pendio

Salire su un pendio:

  • bloccare i differenziali
  • affrontare il pendio in prima o seconda ridotta
  • iniziare la salita
  • se la progressione è interrotta, frenare rapidamente, frenare rapidamente "a fondo". Il motore si spegne. Mettere in folle quindi la retromarcia
  • riavviare il motore con la marcia innestata e permettere la discesa utilizzando il freno motore
     

Scendere un pendio:

  • Iniziare il pendio in prima ridotta
  • bloccare il differenziale centrale
  • mai mettere in folle
  • utilizzare il freno motore per controllare la discesa
  • se il pendio è molto ripido, frenare per supportare progressivamente il freno motore procedendo centimetro per centimetro
  • se il veicolo sbanda, una leggera pressione sull'acceleratore permette di recuperare aderenza
     

Superare un gradino:

  • se il gradino è in salita e inferiore a 50 cm di altezza, affrontarlo di fronte; se superiore, affrontarlo in diagonale a 45°
  • se il gradino è in discesa, affrontarlo frontalmente
  • innestare la prima ridotta
  • appoggiare le ruote anteriori al gradino e fermarsi
  • aiutatevi con l'accelleratore per fare in modo che le ruote anteriori superino il gradino
  • appoggiare le ruote posteriori al gradino
  • aiutatevi con l'accelleratore per fare che ruote posteriori superino il gradino
  • per un gradino in discesa, avanzare centimetro per centimetro, controllando la discesa con il freno
     

Superare una pendenza

Prima, fermarsi per:

  • valutare la pendenza individuando gli ostacoli che possano aumentare l’inclinazione e il rischio di ribaltamento (non affidarsi all'inclinometro)
  • anticipare la traiettoria e prevedere la zona di uscita
  • sgonfiare i pneumatici ma non troppo per evitare stallonamenti dei pneumatici

Per superare la pendenza:

  • evitare di frenare
  • mai mettere in folle
  • non bloccare il differenziale
  • affrontare la soprelevazione in prima ridotta
  • avanzare sulla pendenza orientando leggermente le ruote a monte della pendenza poi avanzare di sbieco
  • in caso di slittamento, sterzare subito le ruote anteriori verso il basso della pendenza
  • in caso di inizio di ribaltamento, girare le ruote anteriori a valle della pendenza e iniziare la discesa
     

In seguito, fermarsi per:

  • rigonfiare i pneumatici alla pressione normalmente richiesta
     

Superare una un fossato o un terrapieno:

  • Porre il veicolo in diagonale a 45° davanti al fossato.
  • Prevedere una zona di uscita assai ampia.
  • Bloccare i differenziali.
  • Superare il fossato procedendo a filo di gas in 1a ridotta.
  • In caso di arresto arresto della progressione a causa di un "twist", vale a dire quando il veicolo si ritrova con due ruote diagonalmente opposte sospese nel vuoto, fare retromarcia e ricominciare il superamento cambiando la traiettoria.
  • Una volta posizionato e stabilizzato correttamente, servitevi dell'accelleratore. 
  • Rilasciare l'acceleratore appena le ruote posteriori superano il fossato.